Mi sono fatto male metto il ghiaccio?

Dopo un trauma bisogna mettere il ghiaccio?

Il ghiaccio è un argomento estremamente controverso spesso si sentono pareri contrastanti:

👨🏻🔊Devi metterlo assolutamente!

👱🏻🔊Non metterlo!

🧔🏻🔊Mettilo per mezzora!

👨🏻‍🦳🔊Mettilo per 20 minuti!

👱🏻‍♀️🔊Mettilo per 10 min poi toglilo poi rimettilo!

👩🏻‍🦳🔊Tienilo su il più possibile!

👩🏻‍🦱🔊Se lo tieni meno di un ora non serve a niente!

👴🏻🔊Basta una spruzzata di ghiaccio spray!

👩🏻‍🦰🔊Devi dormire tutta notte con il ghiaccio!


Il modo in cui trattiamo i traumi acuti cambia continuamente in base alle ricerche più aggiornate. Per questo motivo, non c'è da meravigliarsi se il ghiaccio passa da essere la panacea di tutte le "botte" ad essere completamente inutile o addirittura ad essere qualcosa che può peggiorare il recupero dopo un infortuno.


Quando prende un colpo forte o si sloga la caviglia, la maggior parte di noi prende istintivamente un impacco di ghiaccio. Ci è stato insegnato quando eravamo piccoli, "metti il ghiaccio" Quando vediamo gli atleti professionisti infortunarsi, vengono addirittura avvolti nel ghiaccio prima ancora che siano usciti dal campo. Il ghiaccio sembra essere una parte fondamentale del processo di gestione delle lesioni acute


Secondo le ultime ricerche ha senso usare il ghiaccio dopo un trauma?


Il primo protocollo sulla gestione dei traumi acuti con l'utilizzo del ghiaccio è stato scritto da Gabe Mirkin e risale al 1978, ed è noto per l'acronimo: R.I.C.E.

  • Rest

  • Ice

  • Compression

  • Elevation


Il suo obiettivo era di sfruttare il ghiaccio per ridurre al minimo la risposta infiammatoria nel tentativo di accelerare la guarigione.


1998

Questo protocollo è diventato profondamente radicato nella nostra cultura dopo 20 anni però è stata aggiunta una nuova lettera; la letterà "P" P.R.I.C.E. per indicare "Protezione"

  • Protection

  • Rest

  • Ice

  • Compression

  • Elevation

2012

PRICE ha dominato la scena per altri 14 anni, fino a quando la ricerca ha identificato cheil Riposo ( R ) o la mancanza di movimento è dannoso per il recupero e che invece il " carico ottimale " ( OL ) aiuta il recupero attraverso la rigenerazione cellulare indotta da un leggero carico meccanico nelle fasi iniziali.é quindi arrivato sulla scena il nuovo protocollo P.O.L.I.C.E.

  • Protection

  • Optimal Loading

  • Ice

  • Compression

  • Elevation

Ma il ghiaccio che effetto ha dopo un trauma?

C'è sicuramente un consenso in tutta la letteratura sul fatto che il ghiaccio agisca come un ottimo analgesico blocca il dolore raffreddando la temperatura della pelle e inibendo lo stimolo doloroso a livello del corno posteriore del midollo (non fa arrivare lo stimolo dolorosa al cervello).


Tuttavia, l'impatto sui muscoli sottostanti è inesistente, poiché la temperatura muscolare rimane invariata dall'applicazione topica di ghiaccio.


Oggi rispetto al 1978 i ricercatori sono però molto meno convinte le sue proprietà curative. Sappiamo tutti , a me è capitato mille volte e sono sicuro che sia capitato anche a te (e probabilmente a causa dell'effetto analgesico) che il ghiaccio ti fa "sentire meglio" dopo un trauma, almeno a breve termine.


Ma quale impatto ha a medio e lungo termine l'immediata applicazione di ghiaccio su un infortunio?


Nel 2014, il dottor Mirkin ha applicato i cambiamenti nella ricerca e ha ritirato il ghiaccio dal suo protocollo da applicare in fase acuta. Affermò che i medici che usavano la sua “linea guida ' R.I.C.E. ' da decenni dovevano smetterla perché ora sembrava che sia il ghiaccio che il riposo completo potessero in effetti ritardare la guarigione, invece di aiutare i tessuti a guarire”.


Ciò a cui si riferisce il dottor Mirkin sono i benefici necessari del processo infiammatorio.


Quando ci facciamo male, il nostro corpo invia segnali alle nostre cellule infiammatorie (macrofagi) che rilasciano l'ormone fattore di crescita simile all'insulina (IGF-1). Queste cellule iniziano la guarigione demolendo il tessuto danneggiato. Quando viene applicato il ghiaccio, potremmo effettivamente impedire il rilascio naturale di IGF-1 da parte del corpo e quindi ritardare l'inizio del processo di guarigione.


2019

Dopo 41 anni di onorato servizio nei protocolli per il trattamento del trauma in fase acuta il "ghiaccio" Ice è stato finalmente revocato dal processo di gestione degli infortuni con l'arrivo l'ultimo e più completo acronimo: PEACE & LOVE


Protection Protezione

Elevation Elevazione

Avoid Anti-Inflammatory Drugs Evitare farmaci antinfiammatori

Compression Compressione

Education Educazione del paziente

&

Load Carico

Optimism Ottimismo

Vascularisation Vascolarizzazione

Exercise Esercizio


Con tutte queste nuove scoperte sugli aspetti negativi del ghiaccio, gli irriducibili del ghiaccio dopo una trauma potrebbero obiettare:

"Se il ghiaccio può aiutare a ridurre temporaneamente il dolore, possiamo ancora usarlo?"

Probabilmente no. Visto che non posso usare il ghiaccio, non posso prendere antinfiammatori, cosa devo fare per il dolore? Sono costretto a sopportarlo?

No, puoi prendere un antidolorifico 😉


Attenzione però il ghiaccio potrebbe essere utilile


Mentre una certa quantità d' infiammazione può essere giustificata per il recupero, un edema (il gonfiore) eccessivo o troppo prolungato nel tempo piò essere un bel problema. Un edema eccessivo infatti applica una pressione indesiderata sui tessuti, limita i movimenti, può aumentare il dolore e diminuire la funzione muscolare.

Questo si verifica spesso dopo gravi distorsioni articolari (come distorsioni della caviglia) in cui il gonfiore è abbastanza significativo da impedire di movimento dell'articolazione.

Un altro esempio è l'inibizione muscolare artrogena del quadricipite (il gonfiare del ginocchio inibisce la contrazione del quadricipite) dopo l'intervento chirurgico ACL (legamento crociato anteriore).


In queste circostanze il ghiaccio può essere un'opzione praticabile 🎉, poiché l'obiettivo è limitare la formazione di un edema eccessivo. Invece (perchè lo so che ci state pensando) lesioni muscolari spesso provocano meno edemi e quindi è probabile che il ghiaccio non sia di beneficio nelle prime fasi di gestione dell'infortunio.

Quindi per ora, in base alla ricerca attuale, terrei il ghiaccio per la maggior parte delle volte nel congelatore. Per quello che è stato scoperto negli ultimi anni il ghiaccio è meno importante di quanto pensassimo una volta. L'eccezione a questa regola si può fare quando le lesioni sono gravi e in circostanze in cui il gonfiore sarà probabilmente il fattore limitante per il recupero. In questi casi, il ghiaccio può essere utile solo nelle fasi iniziali.

Qual'è allora la cosa principale che devi fare?

Andare, se necessario, in Pronto Soccorso o dal Tuo medico e poi venire a trovarmi per capire come a tornare a muoverti di nuovo, come prima, il prima possibile e in sicurezza.


PEACE & LOVE




95 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti