Come guariscono le fratture?

Aggiornamento: 21 mar



Le nostre ossa dopo un trauma o una frattura hanno una capacità incredibile di riparare le porzioni rotte. Le lesioni infatti nell'osso non vengono riparate con tessuto cicatriziale come avviene ad esempio per la cute o per i muscoli ma bensì con nuovo tessuto osseo!


Il processo di guarigione dalla frattura inizia pochi istanti dopo il trauma e può andare avanti addirittura per anni.


La legge di Wolff sancisce che l'osso risponde e reagisce alle sollecitazioni a cui viene sottoposto, ristabilendo la propria architettura interna nel modo più idoneo alla sopportazione del carico e degli stress, questo fenomeno raggiunge il suo picco dopo un trauma ma avviene durante tutta la vita, infatti l'osso si deposita dove è necessario per sopportare il carico e di riassorbe dove non serve.


Questo concetto è fondamentale per la corretta gestione di una frattura, già dai primi giorni.


Possiamo riassumere tutto il processo di riparazione dell'osso dopo una frattura in 5 fasi:


Guarigione dell'osso dalla frattura Fase 1: Ematoma

Dopo un trauma nel sito di frattura, oltre all'osso si lesionano anche dei vasi sanguigni, entro pochi secondi quindi si sviluppa un ematoma con travaso di sangue nel sito della frattura.

Le microporzioni dell'osso, che si distaccano durante il trauma, durante questa fase muoiono e vengono riassorbite dal nostro organismo



Guarigione dell'osso dalla frattura Fase 2: Proliferazione periostiale ed endostiale

In questa fase prolificano delle cellule provenienti dalla superfice profonda del periostio adiacente alla rima di frattura. Queste cellule sono i precursori degli osteoblasti (cellule che hanno il compito di riparare il tessuto osseo danneggiato o usurato), si raccolgono accanto ad ogni frammento.

Nel frattempo le cellule dell'endostio (sottile strato di tessuto connettivo, che tappezza tutte le intercapedini ossee deputato al nutrimento dell'osso e a fornire nuove cellule ossee) iniziano a moltiplicarsi e a formare dei ponti trai i capi ossei della frattura.


Guarigione dell'osso dalla frattura Fase 3: Formazione del callo osseo

Le cellule proliferanti che abbiamo visto nella fase 2 maturano in osteoblasti iniziano a riparare il tessuto osseo, arrivano gli condroplasti che formano la cartilagine viene così creata una matrice intracellulare di collagene e polisaccaridi che viene impregnata di sali di calcio e forma il callo osseo.

Il callo osseo è visibile con la radiografia e da la conferma che il processo di guarigione della frattura è in corso!


Guarigione dell'osso dalla frattura Fase 4: Consolidamento


L'attività degli osteoblasti trasforma il callo osseo in vero e proprio tessuto osseo.

Al termine di questa fase l'unione dei monconi osseo è completata.

L'osso di nuova formazione occupa tutta la cavità midollare, la sua quantità può variare, es può essere maggiore se c'è stato un grosso ematoma o se o capi ossei non sono stati allineati perfettamente.


Guarigione dell'osso dalla frattura Fase 5: Rimodellamento

Durante questa fase l'osso si rinforza lungo le linee di sollecitazione. L'osso in eccesso si riassorbe fino a quando la nuova struttura non diventa simile a quella originaria.

In alcuni casi però può rimanere una zona di ispessimento che può essere sia visibile che palpabile ma l'osso anche in questi casi rimane forte come prima della frattura.


Ricordati che dopo qualsiasi frattura è fondamentale la fisioterapia per gestire il dolore e recuperare al meglio tutti i movimenti.






75 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti