ELETTROLISI PERCUTANEA

L’elettrolisi percutanea è una tecnica innovativa, creata dal fisioterapista Dr. José Manuel Sánchez nel 1997, i primi corsi sono stati introdotti nel 2008 .

 

L’elettrolisi percutanea si definisce come una tecnica di fisioterapia invasiva che consiste nell’applicazione (ecoguidata) di una corrente galvanica continua con un’intensità costante la quale produce un effetto analgesico e infiammatorio locale che permette una riparazione e una fagocitosi intratissutale.

 

L’elettrolisi è un particolare procedimento attraverso il quale, è possibile ottenere la trasformazione dell’energia elettrica in energia chimica. Nell’elettrolisi percutanea l’acqua (HO) e il cloruro di sodio (NaCl) che sono presenti nei tessuti, grazie alla corrente galvanica si scompongono in elementi chimici permettendo una nuova formazione cellulare a livello tissutale.

 

Il dispositivo utilizzato deve presentare un certificato sanitario, attualmente i dispositivi con certificato e omologazione per la elettrolisi percutanea che vengono utilizzati sono il dispositivo EPI ALPHA e il dispositivo EPTE BIPOLAR SYSTEM.

Per l’utilizzo dell’elettrolisi percutanea è imprescindibile un’abilità ecografica che possa garantire un’applicazione sicura e efficace.

 

Le indicazioni per l’elettrolisi percutanea si sono modificate nel corso degli anni grazie a approfondimenti fisiopatologici sempre più avanzati nelle lesioni del sistema muscoloscheletrico e all’eveidenza scientifica. In processi cronici, applicata nella zona della lesione l’elettrolisi provoca uno stimolo biologico che attiva una reazione meccanobiologica e elettrochimica distruggendo il tessuto degenerato o in fibrosi con una migrazione di cellule infiammatorie che permettono una proliferazione e sintesi di nuovo collagene. In casi acuti la tecnica può essere utilizzata con il fine di intervenire sul ematoma favorendo l’eliminazione di sostanze di scarto e un equilibrio nei fattori di crescita. È importante sapere le controindicazioni tanto assolute come relative prima dell’applicazione della tecnica per evitare possibili complicazioni o effetti non desiderati.