La risonanza magnetica MRI cos'è e come funziona

Aggiornamento: 4 dic 2020

La risonanza magnetica (MRI) è una tecnica di imaging che utilizza un campo magnetico e onde radio generate per creare immagini dettagliate degli organi e dei tessuti del corpo.

La maggior parte dei macchinari per la risonanza magnetica MRI sono grandi magneti a forma di tubo.



Quando ti trovi all'interno di una macchina per la risonanza magnetica , il campo magnetico riallinea temporaneamente le molecole d'acqua nel tuo corpo. Le onde radio fanno sì che questi atomi allineati producano deboli segnali, che vengono utilizzati per creare immagini di risonanza MRI in sezione trasversale, un po' come fare delle fette in una pagnotta di pane per guardarci dentro.


La macchina per la risonanza magnetica può anche produrre immagini 3D che possono essere visualizzate da diverse angolazioni.


Perché viene prescritta la risonanza magnetica

La risonanza magnetica è un modo non invasivo per esaminare gli organi (come ad esempio il cervello), tessuti ( come ad esempio i menischi) e sistema scheletrico ( come ad esempio la collonna vertebrale). Produce immagini ad alta risoluzione dell'interno del corpo che aiutano a diagnosticare una varietà di problemi.


Risonanza magnetica di ossa e articolazioni

La risonanza magnetica può aiutare a valutare:

  • Anomalie articolari causate da lesioni traumatiche o ripetitive, come la lacerazione della cartilagine, dei menischi o dei legamenti

  • Anomalie del disco ( come un ernia o una protusione)

  • Anomalie della colonna vertebrale

  • Infezioni ossee

  • Tumori delle ossa e dei tessuti molli



Risonanza magnetica del cervello e del midollo spinale

La risonanza magnetica è il test di imaging più frequentemente utilizzato per analizzare il cervello e il midollo spinale.

Viene spesso eseguito per aiutare a diagnosticare:

  • Aneurismi dei vasi cerebrali

  • Disturbi dell'occhio e dell'orecchio interno

  • Sclerosi multipla

  • Disturbi del midollo spinale

  • Ictus

  • Tumori

  • Lesione cerebrale da trauma

Un tipo speciale di risonanza magnetica è la risonanza magnetica funzionale del cervello (fMRI). Produce immagini del flusso sanguigno in alcune aree del cervello. Può essere utilizzato per esaminare l'anatomia del cervello e determinare quali parti del cervello gestiscono funzioni critiche.

Questo aiuta a identificare importanti aree di controllo del linguaggio e del movimento nel cervello delle persone prese in considerazione per la chirurgia cerebrale.

La risonanza magnetica funzionale può essere utilizzata anche per valutare i danni da un trauma cranico o da disturbi come il morbo di Alzheimer.


Risonanza magnetica del cuore e dei vasi sanguigni

La risonanza magnetica che si concentra sul cuore o sui vasi sanguigni può valutare:

  • Dimensioni e funzione delle camere cardiache

  • Spessore e movimento delle pareti del cuore

  • Entità del danno causato da attacchi di cuore o malattie cardiache

  • Problemi strutturali nell'aorta, come aneurismi o dissezioni

  • Infiammazione o blocchi nei vasi sanguigni

Risonanza magnetica di altri organi interni

La risonanza magnetica può verificare la presenza di tumori o altre anomalie di molti organi del corpo, inclusi i seguenti:

  • Fegato e dotti biliari

  • Reni

  • Milza

  • Pancreas

  • Utero

  • Ovaie

  • Prostata


Risonanza magnetica del seno

La risonanza magnetica può essere utilizzata con la mammografia per rilevare il cancro al seno, in particolare nelle donne che hanno tessuto mammario denso o che potrebbero essere ad alto rischio di malattia.


Rischi della risonanza magnetica

Poiché la risonanza magnetica utilizza potenti magneti, la presenza di metallo nel tuo corpo può essere un pericolo per la sicurezza se attratta dal magnete. Anche se non sono attratti dal magnete, gli oggetti metallici possono distorcere l' immagine della risonanza MRI . Prima di sottoporti a una risonanza magnetica , probabilmente completerai un questionario che include nelle varie domande se hai dispositivi metallici o elettronici nel tuo corpo.

A meno che il dispositivo che possiedi non sia certificato come sicuro per la risonanza magnetica , potresti non essere in grado di eseguire una risonanza magnetica .

I dispositivi sono:

  • Protesi articolari metalliche

  • Valvole cardiache artificiali

  • Un defibrillatore cardiaco impiantabile

  • Pompe per infusione di farmaci impiantate

  • Stimolatori nervosi impiantati

  • Un pacemaker

  • Clip in metallo

  • Perni, viti, placche, stent o punti chirurgici in metallo

  • Impianti cocleari

  • Un proiettile, una scheggia o qualsiasi altro tipo di frammento di metallo

  • Dispositivo intrauterino

Se hai tatuaggi o trucco permanente, chiedi al tuo medico se potrebbero influenzare la tua risonanza magnetica . Alcuni degli inchiostri più scuri contengono metallo.

Prima di programmare una risonanza magnetica , informa il medico se pensi di essere incinta. Gli effetti dei campi magnetici sui feti non sono ben compresi. Il medico potrebbe consigliarti un esame alternativo o posticipare la risonanza magnetica . Informa anche il medico se stai allattando, soprattutto se devi effettuarla con del mezzo di contrasto.

È anche importante discutere i problemi ai reni o al fegato con il medico e il tecnico, perché i problemi con questi organi potrebbero limitare l'uso di agenti di contrasto iniettati durante la scansione.


Come ti puoi preparare per fare la risonanza

Prima di un esame di risonanza magnetica MRI , mangia normalmente e continua a prendere i tuoi farmaci abituali, se non diversamente indicato al momento della prenotazione. In genere ti verrà chiesto di cambiarti e indossare un camice e di rimuovere le cose che potrebbero influenzare l'imaging magnetico, come ad esempio:

  • Gioielleria

  • Forcine

  • Occhiali

  • Orologi

  • Parrucche

  • Protesi

  • Apparecchi acustici

  • Reggiseni con ferretto

  • Cosmetici che contengono particelle metalliche

Cosa puoi aspettarti dalla risonanza magnetica

Durante il test

La macchina per la risonanza magnetica (chiusa) sembra un tubo lungo e stretto con entrambe le estremità aperte. Ti sdrai su un tavolo mobile che scorre nell'apertura del tubo. Un tecnico sarà presente e ti controllerà da un'altra stanza. Potrai parlare con lui tramite il microfono.

Se hai paura degli spazi chiusi (claustrofobia), potresti ricevere un farmaco per aiutarti a sentirti assonnato e meno ansioso o al momento della prenotazione richiedi di fare l'esame con una risonanza magnetica aperta. La maggior parte delle persone supera l'esame senza difficoltà.

La macchina per la risonanza magnetica crea un forte campo magnetico intorno a te e le onde radio sono dirette al tuo corpo. La procedura è indolore. Non senti il ​​campo magnetico o le onde radio e non ci sono parti in movimento intorno a te.

Durante la scansione MRI , la parte interna del magnete produce picchiettamenti ripetitivi, colpi e altri rumori. Potresti ricevere dei tappi per le orecchie o ascoltare musica per mitigare il rumore.

In alcuni casi, un materiale di contrasto, tipicamente gadolinio, verrà iniettato attraverso una via endovenosa in una vena della mano o del braccio. Il materiale di contrasto esalta alcuni dettagli.

Una risonanza magnetica può durare da 15 minuti a più di un'ora. Devi rimanere fermo perché il movimento può offuscare le immagini risultanti.

Durante una risonanza magnetica funzionale , ti potrebbe essere chiesto di eseguire una serie di piccoli compiti, come battere il pollice contro le dita, strofinare un blocco di carta vetrata o rispondere a semplici domande. Questo aiuta a individuare le parti del cervello che controllano queste azioni.


Cosa succede dopo il test

Se non sei stato sedato, puoi riprendere le tue solite attività subito dopo la scansione.


Risultati

Un medico radiologo per interpretare la risonanza magnetica analizzerà le immagini dalla scansione e produrrà un referto che sarà disponibile qualche giorno dopo l'esame.


Se ti è piaciuto questo articolo, metti un like o lascia un commento

989 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti