Atonia dei muscoli facciali dopo la paralisi di Bell?

Aggiornamento: 2 giorni fa

Che cos'è l'atonia e perché è diversa dall'atrofia?

Come ho già spiegato in un altro post, l'atrofia dei muscoli facciali dopo una paralisi facciale di lunga data non si verifica.

Invece, i muscoli facciali possono soffrire di quella che viene chiamata atonia , un tono ridotto dei muscoli facciali.

Mentre il nervo facciale si sta ancora riprendendo, l'intensità dei segnali che arrivano ai muscoli facciali non è così forte. Per i muscoli facciali avere meno lavoro, per così dire, meno utilizzo, porta ad una riduzione del tono. Questo fenomeno viene definito atonia. Non atrofia, ma atonia.

Come analogia, considera una gamba rotta. Se ti rompi la gamba e non la usi per un po' di tempo, i muscoli di quella gamba diventeranno più piccoli e meno forti. Anche questa è atonia: la perdita di tono.


Si può invertire?

Sì, l'atonia è un fenomeno reversibile, ed è qualcosa di cui non dovresti disperarti.


Finché il nervo facciale si sta ancora riprendendo, potrebbe essere presente l’atonia.

Il nervo facciale può continuare a riprendersi per molto tempo, in alcuni casi anche per diversi anni e questo da molta speranza anche ai pazienti con paresi facciali di lunga data.


Certo, il ritmo di recupero continuerà a diminuire, finché ad un certo punto, dopo alcuni anni, raggiungerà una certa condizione stabile. Rimarrà lì a meno che tu non faccia qualcosa per stimolarlo, come ad esempio della fisioterapia specifica.






26 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti