Lo stretching dei muscoli facciali aiuta nella paralisi di Bell?

Aggiornamento: 20 mar


Dopo la paralisi di Bell, potresti avvertire che i muscoli facciali diventano tesi e dolenti. Ciò accade perché i muscoli facciali si contraggono e non riescono a rilassarsi. In questo caso, lo stretching può essere molto utile per due motivi:


1. Lo stretching dei muscoli facciali può aiutarli a rilassarsi

Il vantaggio di allungare i muscoli facciali dopo la paralisi di Bell è che può aiutarli a rilassarsi. Tuttavia, deve essere fatto con attenzione. C'è la possibilità di esagerare o applicare inconsciamente più pressione sui muscoli mentre si cerca di allungarli. Questo può portare a un ulteriore rigidità dei muscoli facciali. Quindi assicurati di essere molto dolce quando lo fai. Tratta il tuo viso come un bambino piccolo, che ha bisogno di molte cure e solo di un tocco dolce e delicato.


2. Lo stretching consiste nel toccarsi regolarmente il viso con le mani

Un altro motivo per cui lo stretching dei muscoli facciali può essere utile dopo la paralisi di Bell è che ti tocchi il viso con le mani più spesso. Le tue mani sono i migliori strumenti riabilitativi che siano mai esistiti e, secondo me, che esisteranno mai in futuro ( questo è il motivo per cui ho fatto il fisioterapista). Niente si avvicina a loro. Quindi usa le mani, tocca il viso facendo un massaggio delicato o uno stretching morbido. Se senti dei punti dolenti, dei nodi nei muscoli, toccali delicatamente e massaggiali delicatamente.


Oltre allo stretching, prova a praticare un rilassamento di tutto il viso

È molto importante ricordare che i muscoli facciali non si contraggono da soli. Per contrarsi, devono prima ricevere un segnale di contrazione dal cervello. Senza un segnale, i muscoli sono solo delle unità ​​contrattili.


Dopo la paralisi di Bell, se la tua guarigione è stata lunga, potresti sviluppare l'abitudine di amplificare eccessivamente i segnali inviati dal cervello ai muscoli facciali. Questo potrebbe favorire la formazione di muscoli tesi e contratti.


Quindi, per rilassare completamente i muscoli contratti, è necessario interrompere o ridurre il flusso di segnali di contrazione provenienti dal cervello.


Ecco perché è importante praticare un rilassamento dei muscoli facciali. Prenditi del tempo, siediti in silenzio e concentrati sui muscoli facciali:

come si sente il lato sinistro rispetto al lato destro? il lato colpito rispetto al lato sano? ecc. Presta attenzione, in ogni momento, a ciò che sta facendo il tuo viso.

Insomma: "ascolta la tua faccia, com’ e cosa ti sta dicendo".

Questo lavoro è molto utile ed efficace.


Riassumendo:

Fai attenzione a non contrarre eccessivamente i muscoli facciali. Non forzare i muscoli nelle espressioni facciali. Fai stre ma fallo in modo delicato. Cerca di mantenere il viso rilassato, in modo che il cervello impari a ridurre l'intensità dei segnali di contrazione inviati attraverso il nervo facciale ai muscoli facciali.







110 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti