Cosa posso fare per sentire meno dolore?

Ci sono molti modi per riqualificare il tuo sistema del dolore e tutti iniziano con la comprensione del tuo dolore.

In effetti, capire che il dolore è molto più complesso di un segnale proveniente dai tessuti danneggiati è una delle cose migliori che puoi fare per iniziare il tuo viaggio verso il recupero: molte persone affermano che il loro dolore ha iniziato a ridursi non appena lo hanno compreso meglio.



L'obiettivo è rieducare il sistema del dolore a fornire protezione quando ne hai bisogno e non quando non ne hai bisogno.


Inizia sviluppando una comprensione accurata del tuo sistema del dolore e di come può diventare eccessivamente protettivo.

Questo sistema del dolore eccessivamente reattivo è il risultato della straordinaria capacità di adattamento di tutti i nostri sistemi corporei.


A volte, quando i tessuti feriti guariscono, non hanno lo stesso aspetto che avevano prima della lesione – pensa a una cicatrice da un vecchio taglio – ma possono comunque adattarsi per essere più forti, più in forma e meno dolorosi.


La comprensione è molto importante quando si tratta di dolore perché il dolore che provi dipende anche da cosa significa per te quel dolore.


Se puoi cambiare il significato del tuo dolore, allora puoi cambiare il tuo dolore!


La conoscenza è potere e sapere davvero che il tuo sistema è iperprotettivo e capire davvero che il dolore è influenzato da:

pensieri

sentimenti

stati d'animo

credenze... ecc l'elenco delle cose che posso influenzarlo è davvero lunghissimo


Il dolore può essere esasperato/accresciuto da qualsiasi cosa possa attivare una risposta di protezione e inibito/alleviato da tutto ciò che fa sentire il tuo sistema al sicuro.


Potresti scoprire che con la comprensione arriva una rinnovata fiducia nel muoverti, anche quando fa male, e nel tornare muovere il tuo sistema a poco a poco.


Se vuoi contattami ti aiuterò a capire meglio il tuo dolore e a identificare le cose che peggiorano il tuo dolore e le cose che lo migliorano. Pianificheremo il tuo recupero, una settimana alla volta, e ti incoraggerò a perseverare e ad allenarti con costanza'. Ricordati che io posso guidarti, ma la strada devi farla tu, questo è un viaggio che devi intraprendere tu e devi essere convinto di volerlo fare.


Puoi iniziare anche senza di me : inizia muovendoti un po' più di quanto faresti normalmente e inizia a fare qualcosa che aumenti la tua frequenza cardiaca, a poco a poco, trova il modo migliore per allenare il tuo sistema a essere meno protettivo.


Potresti dover essere paziente – a volte il percorso è lento e puoi avere battute d'arresto – ma ricorda che il dolore cronico ti sta proteggendo, non ti dice che ti sei danneggiato.


È probabile che sia d'aiuto essere creativi nella gestione del tuo viaggio.

I nostri cervelli amano ottenere nuove informazioni o ricordare situazioni o attività che portano messaggi di sicurezza.


Non dimenticare mai che il tuo cervello è sempre attento a tutto. Anche i pensieri e i sentimenti, le interazioni sociali e gli eventi quotidiani della vita possono influenzare potentemente il tuo dolore.


Ricorda anche che il trucco non è evitare tutte le sfide della vita, ma riqualificare il tuo sistema per affrontarle.


Sembra impegnativo vero? Ebbene lo è, motivo per cui potresti aver bisogno del mio aiuto. Adotta un approccio a lungo termine: questo è un viaggio. Potresti dover insegnare qualcosa sul dolore anche ai tuoi cari: potrebbero non rendersene conto, o potresti non averci mai pensato ma il modo in cui le altre persone percepiscono il tuo dolore, può influenzare il tuo dolore!


Non vedo l'ora di poterti aiutare..

Se vuoi iniziare questo percorso con me prenota una prima valutazione e io ti aspetto in studio!






10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti